Radio Cora - video

articoli

  • I GIORNI DELLA MEMORIA. 31 agosto 194331/08/16 7:40 am

     Il 31 agosto 1943 si abbatté sulla città di Pisa un pesantissimo bombardamento americano. Furono colpiti in particolare la zona della stazione e di Porta a mare, quartieri che vennero praticamente rasi al suolo, ma anche parte dei quartieri di Porta nuova, Porta a Lucca e Porta fiorentina fino a La Cella; circa un quarto del territorio […]

  •  
    I GIORNI DELLA MEMORIA. 26 agosto 194426/08/16 7:40 am

    Lo sfondamento della Linea Gotica nel pesarese.  Il primo ministro, Winston Churchill, visitò le truppe dell’Ottava Armata il 26 Agosto 1944. Dopo aver studiato l’area della battaglia con le carte presso il quartier generale del Generale Leese, il primo ministro partì con il Generale Alexander per una visita al Corpo Polacco dove ebbe un lungo […]

  •  
    I GIORNI DELLA MEMORIA. 24 agosto 194424/08/16 7:45 am

    La strage di Vinca (Fivizzano- Ms). La mattina del 24 agosto 1944 olte cinquanta automezzi carichi di soldati tedeschi e militi fascisti salgono verso il paese di Vinca, toccando Equi Terme, Monzone e altri paesi. Gli uomini del maggiore Reder e la Brigata Nera “Mai Morti” arrivano al paese di Vinca nella prima mattinata portandosi […]

  •  
    I GIORNI DELLA MEMORIA: 13 agosto 194413/08/16 7:40 am

    Strage di Borgo Ticino (No). Fu una rappresaglia della seconda guerra mondiale verificatosi presso Borgo Ticino il 13 Agosto 1944: quando in risposta ad un attacco partigiano a un convoglio tedesco che aveva provocato il ferimento di quattro soldati vennero fucilati 13 civili scelti a caso tra la popolazione. Rapporto del Nucleo dei Carabinieri di Borgo Ticino al Pretore di Borgo Manero in data 12 febbraio […]

  •  
    I GIORNI DELLA MEMORIA. 12 AGOSTO 194412/08/16 7:40 am

    Eccidio di Sant’Anna di Stazzema (LU). Ai primi di agosto 1944 Sant’Anna di Stazzema era stata qualificata dal comando tedesco “zona bianca” ossia una località adatta ad accogliere sfollati: per questo la popolazione, in quell’estate, aveva superato le mille unità. Inoltre, sempre in quei giorni, i partigiani avevano abbandonato la zona senza aver svolto operazioni militari di particolare entità contro i tedeschi. […]