Radio Cora - Sea Watch: Carola ha vinto, ma la politica rischia di perdere

articoli

  • Sea Watch: Carola ha vinto, ma la politica rischia di perdere

    La comandante Carola ha stabilito un principio di civiltà: le persone in mare si salvano e si sbarcano. Questa era la materia del contendere e lei ha vinto. Senza ombra di dubbio. Forzando la legge? Forse, lo vedremo.

    Ma ci sono principi inderogabili di civiltà sui quali non si può flettere. Il resto lo deve fare la politica cominciando a capire esattamente come gestire questa fase storica che, nel contesto della globalizzazione, e con il convolgimento attivo delle nuove teconlogie, ovviamente assume connotati e forme, oltre che dimensioni, del tutto inedite e sconosciute. Il centrosinistra dovrebbe elaborare un ‘libro bianco’ (non un’enciciclopedia, ovviamente, ma un documento sintetico e potabile, fatto di politiche concrete e di strategie chiare, con strumenti e risorse identificate chiaramente) da mettere in campo come controproposta. In mancanza di questo è ovvio, e direi addirittura scontato, che i sondaggi continuino a premiare la disumanità e il cinismo del governo. Anzi, in mancanza di un’alternativa politica chiara quasi rincuora che ancora il 40% dei nostri concittadini non siano disposti a svendere la propria umanità.

    DG

    955 Vis. 1 Vis. oggi