Radio Cora - Salvini e il bivio della maggioranza silenziosa

articoli

  • Salvini e il bivio della maggioranza silenziosa

    Lo scrissi in tempi non sospetti: la Lega oggi è a un bivio. Con il 34% dei consensi non è più il partitello regionalista delle origini.

    Inglobando milioni di elettori può diventare un grande partito ‘popolare’ di centrodestra (come fu la DC e poco dopo FI). Oppure può tragicamente (ri) portare il nostro Paese in rotta di collisione con la comunità internazionale, e, quel che più conta, con i principi cardine della civiltà umana. Quelli che abbiamo edificato nei secoli contro gli orrori ed i genocidi. La gestione della vicenda Sea Watch, fa tragicamente propendere per la seconda delle ipotesi. Il ‘buonsenso’, anche politico, tanto invocato da Salvini, avrebbe infatti consigliato un epilogo differente. Aver voluto tirare la corda fino a questo punto, significa che il sedicente ‘capitano’ mette la formalità di accuse pretestuose davanti alla legge fondamentale dell’umanità: quella che le vite umane si salvano. Quella stessa legge su cui si basano i progressi millenari della nostra specie. Che porta a non uccidere i prigionieri di guerra, a non distinguere tra ‘razze’, a non fare pogrom dei nemici, a rifiutare la tortura come arma di polizia, a rinnegare la legge del taglione etc etc. Quando questo limite viene superato il baratro è a una spanna. E il terreno diventa estremamente scivoloso. Io so che (anche) nella Lega ci sono davvero persone di ‘buonsenso’. Ora sta dunque a loro cercare di riportare la discussione e gli eventi nell’alveo della civiltà umana. Anche durante il Fascismo, tra i gerarchi, ci furono persone di ‘buonsenso’, che vennero tuttavia spazzate via, travolte dagli eventi. Non è scritto da nessuna parte che la storia si ripeta. Sono le donne e gli uomini che la scrivono, la Storia. Almeno, io continuo a sperare che sia così. E che pur in questo tunnel sapremo rincorrere la luce che in fondo ancora si può intravedere. Bisogna capire però in che direzione vogliamo andare.

    DG

    998 Vis. 1 Vis. oggi