Radio Cora - Sea Watch: c’è bisogno di politica, le amministrazioni locali si espongano pubblicamente per la Sea Watch.

articoli

  • Sea Watch: c’è bisogno di politica, le amministrazioni locali si espongano pubblicamente per la Sea Watch.

    La Sea Watch è a largo di Lampedusa ed il ministro degli interni vomita odio come al solito. In questi stessi giorni si son insediati ufficialmente i nuovi consigli comunali e le nuove giunte dei comuni toscani dove il centro-sinistra ha retto l’urto leghista richiamandosi ai temi della Resistenza, dell’antifascismo e della Costituzione.

    La Resistenza e l’antifascismo e la Costituzione, se si vuole dare seguito alle piazze come quella che Prato ha saputo contrapporre a Forza nuova il 23 marzo scorso (e non farle diventare le piazze della retorica), hanno bisogno di gesti politici formali. E’ necessario non semplicemente scandire certe parole nelle frasi di circostanza del primo consiglio comunale cittadino, ma prendere posizione pubblicamente.

    Ricostruire la dimensione politica non può significare rinchiudersi a guardarsi l’ombelico, le buche per strada, la pratesità o la fiorentinità, oppure autoelogiarsi per il ruolo pubblico acquisito. Chi oggi voglia fare politica a sinistra, chi abbia un ruolo pubblico in quell’area, non può restare silenzioso di fronte all’ennesimo episodio di negazione della dignità umana.

    Sono ottime tutte le manifestazioni civiche, ma l’invito è soprattutto alle istituzioni cittadine a schierarsi pubblicamente , politicamente mi piacerebbe dire,  contro azioni che sono lesive della vita umana e opposte alla dichiarazione universale dei diritti  umani. Il silenzio non è più tollerabile.

    LB

    922 Vis. 2 Vis. oggi