Radio Cora - Lettera aperta a Firenze da parte della comunità rom cittadina

articoli

  • Lettera aperta a Firenze da parte della comunità rom cittadina

    “Vi scriviamo queste poche righe per esprimere il nostro profondo sgomento e rammarico alla luce di questo attacco politico e mediatico da parte di gruppi politici di destra che stanno propagando l’odio verso la comunità ROM FIORENTINA. Ed in particolare in seguito all’attacco mediatico da parte di FRATELLI D’ITALIA che con a capo, Giovanni Donzelli e Francesco Torselli ha pubblicato un VIDEO su Facebook nel quale sostenevano che un gruppo di bambini ROM E EXTRACOMUNITARI che con atteggiamento MAFIOSO associato all’uso della forza molestavano altri bambini e genitori.

    In seguito a questo video tutta la comunità si è mossa alla ricerca della verità in quanto noi condanniamo sempre ogni forma di prepotenza ed intolleranza. E alla luce di questo abbiamo appurato l’infondatezza della cosa in quanto gli episodi sono legati a gruppi di bambini di varia etnia insieme a la stragrande maggioranza di bambini italiani che giocano insieme nei giardini in maniera vivace senza creare in nessun modo atti di violenza e molestie nei confronti di nessuno, cosi come confermato da vari operatori che gestiscono la biblioteca del quartiere 4. di via Canova. Questo video di propaganda da parte di FRATELLI D’ITALIA serve soltanto per creare odio nei confronti della comunità ROM, una comunità cordiale e pacifica, che viene ripetutamente attaccata dai partiti di destra ai fini elettorali. Da qua nasce odio e discriminazione razziale, legata anche alla tragica morte di Duccio Dini, dove siamo stati i primi a condannare senza mezze parole i colpevoli di questo episodio, si sta creando un muro nei nostri confronti. Nonostante la stragrande maggioranza di noi è cittadina italiana, nati, cresciuti da tre generazioni a Firenze e ci sentiamo cittadini Fiorentini. Amiamo la nostra città e siamo contro ogni forma di discriminazione, vi scriviamo per tutelare i nostri figli e le nostre famiglie, chiediamo aiuto da parte della amministrazione comunale e di Nardella che prenda una posizione netta nei confronti di questa deriva razziale, e chiediamo anche una posizione ai vari candidati sindaci per capire la loro posizione nei confronti di questa situazione inaccettabile. Speriamo venga accolto il nostro messaggio di PACE, perché continuare a colpire sempre la comunità ROM per scopi elettorali lo troviamo poco serio e irrispettoso sia nei nostri confronti che della comunità FIORENTINA”.

    testo integrale della lettera

    501 Vis. 1 Vis. oggi