Radio Cora - “C’é sempre qualche cosa che sfugge  alla ragione del presente”

articoli

  • “C’é sempre qualche cosa che sfugge  alla ragione del presente”

    Musica, impegno civile, e giovani protagonisti il 13 maggio a Lido di Camaiore per la premiazione del concorso Gaber, alla presenza della famiglia Gaber Luporini. Questo anno prima classificata Amelia Focacci della classe Prima B del Liceo Linguistico Chini Michelangelo di Lido di Camaiore.

    Il Signor G aveva scelto il comune di Camaiore, precisamente la località Montemagno, come sua dimora e dunque forte è il legame con la Versilia. Così da 5 anni si tiene qui il premio Gaber, rivolto agli studenti, che consiste nella scrittura creativa: Ogni anno viene scelta una frase tratta da una canzone del Signor G, sulla base della quale i giovani devono creare un racconto originale. In questa quinta edizione la citazione non era semplice: “al termine del mondo per fortuna / le strade sono sempre più di una”, dalla canzone “Al Termine Del Mondo” del 1981/1982, tratta dall’album “Gli anni affollati”.
    Dunque il tema della scelta, mai definitiva, frutto del libero arbitrio e della responsabilità individuale di colui che capisce che “C’é sempre qualche cosa che sfugge / alla ragione del presente” e che comprende che “forse commettiamo un grosso errore / quando si pensa che quell’uomo / aspetta solo di morire/ quando si pensa al futuro della storia / come l’avessimo già visto / o lo sapessimo a memoria”.

    414 Vis. 8 Vis. oggi