Radio Cora - Può un antico teatro tornare a vivere? E magari risorgere grazie a Tolstoj e Gandhi?

articoli

  • Può un antico teatro tornare a vivere? E magari risorgere grazie a Tolstoj e Gandhi?

    È quello che ha inteso fare l’Associazione di promozione sociale denominata TEATRO ROSSI APERTO che ha promosso il recupero funzionale del piccolo teatro Rossi di Pisa, il più antico della città, inaugurato nel 1771, fallito nel 1940 e dichiarato inagibile nel 1966. Diversi cantieri si sono succeduti dal 1978 al 2010, anno nuovo di sospensione dei lavori.

    Adesso il Teatro Rossi è Aperto è rinato come uno spazio pubblico, di prossimità, in dialogo costante con il territorio e le comunità, e giovedì 11 Aprile ha aperto le sue porte -riempiendo tutti i posti disponibili- per la protezione del documentario del 2016 “Lev Tolstoj e Mahatma Gandhi: doppio ritratto in un interno d’epoca” (in russo con sottotitoli in italiano), incentrato sul rapporto che legò i due grandi pensatori e sull’idea di non violenza, che, in pochi sanno, Gandhi fece sua da Tolstoj. Il documentario che prima di approdare a Pisa è stato presentato in giro per il mondo dall’Europa, ad Israele al Sud Africa, contiene molti materiali di archivio ed è stato girato dalle registe, madre e figlia, Galina e Anna Evtushenko (presenti in sala) nella fattoria di Tolstoj di Jasnaja Poljana.

    Il film trae ispirazione dal libro di Gianni Sofri e Pier Cesare Bori Gandhi e Tolstoj: un carteggio e dintorni e sviluppa il tema di come la lettura di Tolstoj da parte di Gandhi, intorno al 1880, abbia influenzato il Mahatma e spinto di iniziare con il grande scrittore russo un carteggio sui temi della opposizione non violenta al male, carteggio durato fino al 1909 poco prima della morte di Tolstoj, avvenuta l’anno successivo. La prima lettera di Gandhi a Tolstoj così afferma: “La resistenza passiva (ahisma) deve e può funzionare. La forza non può che essere sconfitta”.

    In effetti pare che Teatro Rossi Aperto sia facendo la sua valida forma di resistenza passiva  per far funzionare un luogo pubblico e storico e dare vita ad iniziative che valorizzino il potenziale culturale di Pisa.

    835 Vis. 1 Vis. oggi