Radio Cora - Aggressione giornalisti Rai, la comunità sinti di Prato condanna ogni forma di violenza

articoli

  • Aggressione giornalisti Rai, la comunità sinti di Prato condanna ogni forma di violenza

    L’associazione Sinti italiani Prato condanna ogni forma di violenza fisica e verbale, ribadisce il diritto di cronaca delle giornaliste e intende dichiarare la propria vicinanza alle due professioniste. Precisiamo che a Paperino non c’è alcun campo nomadi e che qualsiasi forma di accampamento è legata a proprietà privata di singole persone, rom o non rom, che rispondono dei propri atti singolarmente. A Prato vivono circa 200 persone appartenenti alla nostra comunità che abitano i 4 campi istituzionalmente riconosciuti, nessuno di questi si trova a Paperino e non vogliamo che si creino facili equiparazioni o diventare, come di consueto, un capro espiatorio, strumentalizzati a fini elettorali o politici. Le persone che si sono rese responsabili singolarmente dell’aggressione ne risponderanno personalmente secondo la legge. Desideriamo inoltre uscire da questa spirale di odio e di tensione che sta crescendo ogni giorno, dai fatti di Roma fino ad oggi a Paperino, per questo motivo saremmo grati alle due giornaliste aggredite o ai loro colleghi se accettassero un nostro invito per conoscersi personalmente, per smontare questa spirale d’odio che sta rendendo le città italiane dei luoghi inospitali per tutti.

    Associazione sinti italiani Prato

    1109 Vis. 1 Vis. oggi