Radio Cora - 8 Marzo: gli abiti di vittime di violenze in Tribunale Milano

articoli

  • 8 Marzo: gli abiti di vittime di violenze in Tribunale Milano

    Un abito corto a fiori, un grembiule per le pulizie, una tuta da ginnastica: sono gli abiti indossati da donne vittime di violenze e che sono esposti, insieme alle loro storie, nella mostra inaugurata oggi al Palazzo di Giustizia di Milano dal titolo ”Com”eri vestita?”.

    Quei vestiti, in tutto diciassette, come è stato spiegato dagli organizzatori, sono la risposta alla domanda che spesso viene rivolta alle donne quando denunciano gli abusi, domanda che contiene un pregiudizio fortissimo nei confronti delle vittime. Le storie sono state raccolte in questi anni da educatori e psicoterapeuti e proposte dall’associazione ”Libere Sinergie”, che ha curato l’esposizione che sarà aperta fino a venerdì 8 marzo, giornata internazionale della donna.

    Il primo abito è la riproduzione del pigiama che indossava Jessica Valentina Faoro quando venne uccisa a coltellate a 19 anni nel febbraio dell”anno scorso dall’uomo che la ospitava in casa a Milano, che voleva abusare di lei e al quale si era ribellata. Anche suo padre, Stefano Faoro, ha voluto essere presente all’inaugurazione della mostra a cui hanno partecipato magistrati, avvocati, educatori.

    Il presidente del Tribunale di Milano Roberto Bichi ha spiegato che sono “oltre 3000 i procedimenti per stalking e violenza sessuale in un anno a Milano, ma le denunce sono una piccola percentuale del fenomeno e questo dà l’idea di quanto sia ampio”. Erano presenti all”inaugurazione anche i giudici Giovanna Ichino e Fabio Roia.

    596 Vis. 1 Vis. oggi