Radio Cora - Germania e Francia firmano il trattato di Acquisgrana: più cooperazione in difesa, economia, sicurezza.

articoli

  • Germania e Francia firmano il trattato di Acquisgrana: più cooperazione in difesa, economia, sicurezza.

    Il 22 gennaio Angela Merkel ed Emmanuel Macron firmeranno il trattato di Aquisgrana, approvato oggi dal gabinetto tedesco. Si tratta di un accordo che rinnova lo spirito del trattato dell”Eliseo del 1963 sull”amicizia franco-tedesca approfondendo la collaborazione fra i due Paesi, in materie decisive come difesa, sicurezza, economia, clima, nuove tecnologie.

    In un documento di 16 pagine, salta all”occhio l”articolo 8 del capitolo 2, dedicato alla difesa e alla sicurezza, in cui Berlino e Parigi dichiarano ad esempio che “l”accoglienza della Germania come membro permanente del Consiglio di Sicurezza dell”Onu è una priorità della diplomazia franco-tedesca”.

    I due partner si impegnano a spendersi nelle Nazioni Unite “per gli interessi dell”Europa” e a rappresentarne le “posizioni”. “Vogliamo una voce più forte dell”Ue nelle Nazioni Unite”, ha
    affermato il portavoce del governo tedesco Steffen Seibert, nel corso della conferenza stampa rispondendo a una domanda in proposito. Nello stesso capitolo si citano “programmi di difesa
    comuni e il loro ampliamento ai partner”. Si ribadisce il vincolo al reciproco intervento in caso di aggressione da paesi terzi, e si spinge per “il consolidamento delle tecnologie di difesa europee”, promuovendone “la base industriale”. I due Stati istituiscono inoltre un “consiglio della difesa della
    sicurezza franco-tedesco”, che avrà “incontri regolari ai livelli più alti”. Nasce inoltre un fondo civico per iniziative civili e gemellaggi fra città.
    Il capitolo 5, all”articolo 20, spiega invece che i due Stati “approfondiranno l”integrazione delle loro economie in un spazio economico franco-tedesco con regole comuni”, che prevede anche
    “un”armonizzazione” giuridica laddove necessaria. Nasce inoltre un consiglio di esperti economici tedeschi e francesi che avranno il compito di fornire consigli e consulenza ai governi.
    Sul fronte tecnologico, Francia e Germania vogliono impegnarsi fra l”altro per imporre “linee guida etiche per le nuove tecnologie a livello internazionale”. Il trattato viene ritenuto
    a Berlino una sorta si “contratto di lavoro”, che vedrà i suoi frutti nel lungo periodo, proprio come quello dell”Eliseo, che segnò il riavvicinamento fra due storici nemici. Questa forma di
    collaborazione più intensa resterebbe sempre aperta agli altri partner Ue, e potrebbe costituire un modello di futura cooperazione europea.
    Gli altri Stati, come l”Italia, informati dell”iniziativa franco-tedesca avrebbero chiesto soltanto che l”intesa non avesse effetti a loro carico. Resta da vedere quale significato politico assumerà questo evento, 56 anni dopo la firma dell”intesa fra Adenauer De Gaulle, in vista delle prossime
    complicate elezioni europee: a siglare il patto stavolta soltanto che l”intesa non avesse effetti a loro carico. Resta da vedere quale significato politico assumerà questo evento, 56 anni dopo la firma
    dell”intesa fra Adenauer De Gaulle, in vista delle prossime complicate elezioni europee: a siglare il patto stavolta sono due leader molto indeboliti, a casa e in Europa.

    966 Vis. 1 Vis. oggi