Radio Cora - Da Strasburgo condanna bis per Russia, ha vietato gay pride

articoli

  • Da Strasburgo condanna bis per Russia, ha vietato gay pride

    La Russia deve “fare grandi sforzi a lungo termine per adottare misure generali, in particolare per assicurare la libertà di manifestare e di non essere discriminati delle persone Lgbt” e risolvere il problema diffuso e ricorrente del divieto a dimostrare in loro favore.

    Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani condannando la Russia per aver violato i diritti a manifestare e
    a non essere discriminati di sette persone a cui tra il 2009 e il 2014 varie autorità locali hanno impedito di dimostrare pacificamente in favore dei diritti delle persone Lgbt.
    La Corte di Strasburgo aveva condannato Mosca per le stesse ragioni nel 2010. “La natura delle violazioni riscontrate 8 anni fa” e il fatto che si ripetano ha spinto la Corte di Strasburgo a evidenziare che la Russia come tutti i Paesi membri del Consiglio d”Europa è obbligata a prendere le necessarie misure per impedire che gli stessi diritti continuino a essere viola

    689 Vis. 2 Vis. oggi