Radio Cora - SICUREZZA SUL LAVORO: INAIL, IN 10 MESI +9,4% INCIDENTI MORTALI, +0,2% DENUNCE

articoli

  • SICUREZZA SUL LAVORO: INAIL, IN 10 MESI +9,4% INCIDENTI MORTALI, +0,2% DENUNCE

    L’aumento del 9,4% registrato nei primi 10 mesi del 2018 (945 incidenti su 864 del 2017) è dovuto, spiega l’Inail, soprattutto all’elevato numero di decessi avvenuti nell’agosto scorso, alcuni dei quali causati dai cosiddetti incidenti ”plurimi”, ovvero quelli che causano la morte di due o più lavoratori.

    Tra gennaio e ottobre sono state 945 le denunce di infortuni mortali sul lavoro, il 9,4% in più dei primi 10 mesi del 2017 e 534.605 le denunce complessive di infortunio pari ad un +0,2%. Le patologie di origine professionale denunciate sono state 49.760 (+1,9%). Lo certifica l’Inail nell'”Open data” dei primi 10 mesi dell’anno.

    Nel solo mese di agosto si è contato quasi lo stesso numero di vittime (37) in incidenti plurimi dell’intero periodo gennaio-ottobre 2017 (38). Tra gli eventi di quest’anno con il
    bilancio più tragico si ricordano, in particolare, il crollo del ponte Morandi a Genova, con 15 denunce di casi mortali, e gli incidenti stradali avvenuti a Lesina e a Foggia, in cui hanno perso la vita 16 braccianti.
    Allargando l’analisi dei dati ai primi 10 mesi, nel 2018 tra gennaio e ottobre si sono verificati 21 incidenti plurimi, che sono costati la vita a 76 lavoratori, rispetto ai 13 incidenti plurimi del 2017, che hanno causato 38 morti. Gli ultimi incidenti plurimi di settembre e ottobre hanno provocato la morte di 2 dipendenti dell’Archivio di Stato, vittime di una fuga di gas ad Arezzo, di 4 persone travolte da una frana durante l’esecuzione di alcuni lavori di emergenza a una condotta fognaria danneggiata dal maltempo a Isola di Capo Rizzuto, in Calabria, e di 5 lavoratori coinvolti in due incidenti stradali avvenuti nel Lazio e in Lombardia.
    Ad aumentare, si legge ancora nel Report Inail, sia i casi avvenuti in occasione di lavoro, passati da 619 a 648 (+4,7%), sia quelli in itinere, in aumento del 21,2% (da 245 a 297). A trainare l’aumento
    degli incidenti mortali la gestione Industria che ha registrato un incremento di 89 casi mortali (da 725 a 814) mentre è in calo il dato  del Conto Stato (da 24 a 16). Stabile la situazione in agricoltura
    dove sono stati denunciati 115 casi mortali in entrambi i periodi.

    600 Vis. 2 Vis. oggi