Radio Cora - ABORTO: PETIZIONE GINECOLOGHE NON OBIETTRICI SUPERA LE 100MILA FIRME

articoli

  • ABORTO: PETIZIONE GINECOLOGHE NON OBIETTRICI SUPERA LE 100MILA FIRME

    Ha superato le centomila firme la petizione delle quattro ginecologhe non obiettrici che dieci giorni fa hanno lanciato un accorato appello alla ministra della Salute Giulia Grillo affinché venga garantita l’applicazione della 194 e vengano sanzionati i tanti enti ospedalieri che, contrariamente agli obblighi di legge, non forniscono il servizio di interruzione volontaria di gravidanza.

    Le dottoresse chiedono anche di istituire una preziosa “helpline” per le donne che necessitano di informazioni e supporto. Le autrici dell’appello sono Silvana Agatone, ginecologa presidente della Libera Associazione Italiana Ginecologi per l’applicazione della Legge 194/78 e socia fondatrice della rete nazionale di politica
    femminista “Rebel Network”; Elisabetta Canitano, ginecologa non obiettrice Vita di Donna; Concetta Grande, ginecologa non obiettrice socia Laiga e Giovanna Scassellati ginecologa non obiettrice Responsabile Uosd Salute riproduttiva dell’ospedale San Camillo di Roma.

    Le quattro professioniste descrivono in maniera puntuale e drammatica la situazione in Italia in tema di 194, una legge che garantisce autonomia riproduttiva libera e consapevole. L’iniziativa, lanciata sulla piattaforma Change.org è sostenuta da Rebel Network, rete femminista, dalla Ong Differenza Donna, da Dire Donne in Rete contro la violenza e da Ippf European Network. “L’invito – aggiungono con forza le ginecologhe – è a tutti gli uomini e le donne del nostro Paese, affinché firmino questa petizione perché porteremo personalmente le firme raccolte alla Ministra Grillo”.

    869 Vis. 2 Vis. oggi