Radio Cora - Germania: artisti restituiscono premi contro antisemitismo

articoli

  • Germania: artisti restituiscono premi contro antisemitismo

    Non si arresta l’onda delle polemiche in Germania, per la consegna del premio musicale Echo di giovedì scorso a due rapper, Farid Bang e Kollegah (foto), accusati di avere scritto testi antisemiti: e c’è chi ha deciso di restituire il premio per protesta. È il caso del quartetto berlinese di musica da camera Notos, che ha deciso di restituire il premio Echo del 2017 perché è un “simbolo della vergogna”. E anche il musicista tedesco, Klaus Voormann, che giunto alla soglia degli 80 anni aveva ricevuto il premio alla carriera, lo ha restituito “con grande delusione”.

    Considerato uno dei grandi bassisti dei suoi tempi, per aver lavorato con John Lennon e Lou Reed, ha parlato di “mancanza di gusto”.
    “Il fatto che un premio del genere non solo tolleri il razzismo – ha fatto sapere invece su Facebook il quartetto Notos – ma che addirittura gli offra una piattaforma per mettersi in mostra è per noi insopportabile”, riporta anche il settimanale Der Spiegel. Anche secondo il cantante rock, Peter Maffay, i responsabili del premio dovrebbero dimettersi: “all’ordine del giorno bisogna fare capire che così non va, c’è bisogno di una
    riparazione”, scrive su Facebook. “C’è una mancanza di sensibilità insopportabile”, ha continuato il rocker tedesco in
    un’intervista della Dpa.

    Il ministro degli esteri, Heiko Maas, la settimana scorsa aveva definito “le provocazioni antisemite” dei due rapper “umilianti”. E sulla consegna del doppio riconoscimento ai due cantanti era insorto anche il comitato di
    Auschwitz.

    1110 Vis. 1 Vis. oggi