Radio Cora - La nave “nera” in difficoltà: coperti di ridicolo

articoli

  • La nave “nera” in difficoltà: coperti di ridicolo

    Prosegue l’odissea della nave “nera”, che dopo un guasto, sembra verrà salvata da una delle ong. Adesso per l’operazione Defend Europe c’è così il rischio di finire coperti di ridicolo. Di LUCA SOLDI

    Dunque continua a navigare in cattive acque la nave della destra europea che avrebbe dovuto monitorare i salvataggi in mare dei migranti. Dopo i rifiuti all’approdo delle autorità tunisine ecco altri problemi per la C-Star. Una vera e propria odissea fatta di ritardi e rifiuti nell’accoglierla e soldi che non bastano. Adesso la nave anti migranti di Defend Europe si trova a fronteggiare un’avaria al motore in acque internazionali tra la Tunisia e la Libia.

    In soccorso verso di lei sta facendo rotta un’imbarcazione proprio di quelle Ong impegnate nel soccorso ai migranti. A renderlo noto e’ stata la stessa Ong See Eye: “Siamo stati contattati dal Mrcc (il Centro di coordinamento dei soccorsi) per fornire aiuto alla #Cstar – ha scritto in un tweet – l’equipaggio si sta dirigendo verso la nave”. Secondo invece una nota di Defend Europe “il problema sta per essere risolto”

    La segnalazione del problema della C Star è stata raccolta da una delle navi inserite nel dispositivo Eunavformed, la missione europea al largo della Libia. Questa, a sua volta, ha avvisato il Centro di coordinamento dei soccorsi che ha dirottato la Sea Eye verso la nave nera, anti migranti.

    Poco prima le difficoltà erano state confermate dalla stessa Defend Europe. “La C-Star – scrive l’organizzazione – è incorsa in un problema tecnico di lieve entità durante la notte. Al fine di risolverlo prima che la nave entrasse in zona Sar e navigasse in prossimità di altre imbarcazioni, il motore principale si è spento”. Tutto ciò “comporta che per il regolamento internazionale per prevenire abbordi in mare (Colreg), l’imbarcazione è considerata ‘senza comando’, e ciò è stato comunicato alle navi in prossimità, conformemente al regolamento”. Il problema, conclude Defend Europe, “sta per essere risolto”.

    Un vero salvataggio, proprio nelle spirito contrario a quello degli organizzatori che corre di gettare nel ridicolo una operazione nata per accrescere paure e diffidenze verso chi è per davvero impegnato a salvare l’esistenza di tanti essere umani.

    1754 Vis. 2 Vis. oggi