Radio Cora - STRAGE ORLANDO: “ISLAM NON ACCETTA OMOSESSUALI MA IL CITTADINO MUSULMANO DEVE FARLO”

articoli

  • STRAGE ORLANDO: “ISLAM NON ACCETTA OMOSESSUALI MA IL CITTADINO MUSULMANO DEVE FARLO”

    13428571_1115603561795567_1966986612111718175_n29/06/2016
    “Strage di Orlando, si contano 50 morti per mano di un terrorista “islamico”.
    Non voglio stare qui a dirvi quanto l’Islam sia bello, inneggi alla pace, sia giusto, aperto a tutto. Non vi racconterò belle storielle in cui c’è un dio che accetta i gay,i transessuali e che balla con le drag queen tenendosi per mano. Non vi dirò che nel Corano c’è scritto che l’amore è uguale in tutte le sue forme, che sono tutti accettati, perché non è così. No, l’Islam non appoggia gli omosessuali. Ma le persone musulmane si, lo fanno. Perché non bisogna dimenticarci che prima di essere musulmani, cristiani, ebrei, buddisti, rastafariani o chissà cos’altro, noi siamo persone, cittadini che fanno parte di questo tutt’uno globale e che copartecipano al dolore altrui causato dalla follia e dall’odio.” Inizia così un post su Facebook che ha ricevuto oltre 200 like. Il post è stato scritto all’indomani della strage di Orlando da Yahia Sabry, diciottenne maturando di Prato. “L’Islam non accetta l’omosessualità ma i cittadini musulmani devono farlo e devono fare ciò che è in loro potere per combattere l’omofobia” dice Yahia ai microfoni di Radio Cora. Ad Orlando, in Florida, lo scorso 12 giugno, il ventinovenne Omar Mateen ha assaltato il locale Pulse frequentato dalla comunità LGBT uccidendo cinquanta persone.

    ASCOLTA L’INTERVISTA A YAHIA SABRY

    A cura di Francesca Magurno.

    Il post continua così: “L’Islam e l’omosessualità non sono poi così diversi tra di loro: sono ambedue parte dell’individuo, appartengono alla sua sfera personale ed intima, sono una sua parte costitutiva, ma una persona è anche altro. Io sono un musulmano, forse non il miglior esempio che esista a questo mondo questo è vero, ma sono qui a dimostranza del fatto che non l’Islam di per sè ma il musulmano che lo interpreta è capace di accettare qualsiasi forma di amore che non precluda la libertà altrui, perché facciamo tutti parte della stessa social catena che si deve opporre a qualsiasi forma di fobia, anche a quella omofoba. Ricordate la strage di Orlando anche se le tv locali non lo fanno (il mondo mediatico e le sue priorità..), troppo prese dal parlare di chissà quale cazzo di partita di calcio. Ma ricordatevi anche chi muore ogni giorno per le guerre civili o per quelle che vengono chiamate “guerre di pace”, ricordatevi la Siria, l’Afghanistan, il Kurdistan. Ricordatevi tutte le stragi perché nessuna di esse è accettabile o ha minor valore.
    (Citizen scritto male ci stava da Dio).” 

    Salva

    2398 Vis. 1 Vis. oggi