Radio Cora - Podcast – Grandini: “EMILIA ROMAGNA REGIONE MODELLO PER STRATEGIA INCLUSIONE ROM E SINTI”

articoli

  • Podcast – Grandini: “EMILIA ROMAGNA REGIONE MODELLO PER STRATEGIA INCLUSIONE ROM E SINTI”

    228852-thumb-full-ernesto_grandiniLa Giunta regionale dell’Emilia Romagna ha approvato la delibera relativa alla “Strategia regionale per l’inclusione di Rom e Sinti”, strumento di indirizzo e programmazione degli interventi per l’inclusione di queste comunità così come indicato nell’art. 2 della  legge regionale  11 /2015.  La Strategia si articola in quattro linee guida: abitare, istruzione e formazione, lavoro e salute. La “Strategia regionale” è stata elaborata con il contributo di una molteplicità di soggetti: rappresentanti delle Amministrazioni dello Stato, della Regione e dei Comuni, dell’associazionismo per la promozione e difesa dei diritti dei Rom e dei Sinti, dei soggetti gestori di servizi e interventi, dei rappresentanti delle comunità ed è la prima in Italia. “Questa strategia rappresenta un modello per le restanti regioni italiane che abbiano davvero voglia di risolvere il problema dell’inclusione abitativa di Rom e Sinti. In Emilia Romagna c’è stata la volontà di aprire un tavolo di lavoro con la collaborazione delle stesse comunità; le altre regioni si fermano a deboli interventi. Ricordiamoci che i campi li hanno creati le istituzioni, non le comunità.

    ASCOLTA L’INTERVISTA A ERNESTO GRANDINI, presidente dell’Associazione nazionale sinti di Prato e mediatore culturale, a cura di Francesca Magurno:

    In Emilia-Romagna sono presenti  3.077 persone (lo 0,067% della popolazione regionale, di cui 1.081 minori, ovvero il 35,13%),  di etnia Rom e Sinti. La quasi totalità ha la cittadinanza italiana (95,9%). Sono distribuite in 182 tra campi e aree (82 pubblici e 100 privati), 66 dei quali irregolari (dati ufficiali, novembre 2015).

    Salva

    2405 Vis. 1 Vis. oggi