Radio Cora - Podcast – “ITALICUM CI PRIVA DI SOVRANITÀ E DIRITTI, così Italia diventa oligarchia”

articoli

  • Podcast – “ITALICUM CI PRIVA DI SOVRANITÀ E DIRITTI, così Italia diventa oligarchia”

    185440667-49c845bb-cf6d-495a-8b90-7dea980476efUna delegazione del Coordinamento per la Democrazia Costituzionale ha presentato alla Corte di Cassazione due quesiti per l’effettuazione di altrettanti referendum abrogativi della legge elettorale recentemente approvata dalla attuale maggioranza parlamentare (Italicum). Quale sarà l’iter per rendere il referendum effettivo e quale sarà la tempistica del referendum anti-Italicum rispetto a quella degli altri referendum (Costituzionale, No Triv, scuola e Jobs Act)?

    Ascolta l’intervista a Domenico Gallo del Coordinamento per la Democrazia Costituzionale, a cura di Francesca Magurno:

    I quesiti presentati chiedono in particolare:

    – la restituzione ai cittadini del potere di scegliere i propri rappresentanti, mediante la cancellazione della priorità assegnata alla figura dei capi-lista nei vari collegi e della facoltà loro concessa di candidature plurime (fino a 10), che consente alle segreterie di partito il potere di nominare gran parte dei deputati;

    l’abbandono del meccanismo del ‘premio’, che assegna di fatto la maggioranza assoluta alla lista (cioè al partito) che ottiene il 40% dei voti, e del ‘ballottaggio’, che amplifica gli effetti negativi del ‘premio’, assegnandolo alla lista che, pur non avendo ottenuto nemmeno il 40%, vince il secondo turno indipendentemente dal numero dei votanti; si potrebbe così assegnare un potere assolutamente sproporzionato a un partito che avesse ottenuto meno del 25% (per esempio) dei consensi. Il quesito è volto a ristabilire l’eguaglianza dei cittadini nell’esercizio del diritto di voto e ad assicurare il carattere rappresentativo della assemblea parlamentare.

     

    Salva

    3262 Vis. 2 Vis. oggi