Radio Cora - 33 anni dalla morte di Pio La Torre, il “padre” della legge sulla confisca dei beni ai mafiosi

articoli

  • 33 anni dalla morte di Pio La Torre, il “padre” della legge sulla confisca dei beni ai mafiosi

    Pio-La-TorreQuesta mattina, a Palermo, è avvenuta la commemorazione di Pio La Torre, il dirigente del Pci ucciso per mano mafiosa la mattina del 30 aprile 1982, assieme al suo autista, Rosario di Salvo. Il dirigente del Pci è stato il padre della legge sulla confisca dei beni ai mafiosi, “Rognoni – La Torre”. Presenti alla commemorazione, la segretaria generale della Cgil Susanna Camusso, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il vicepresidente dell’Ars Giuseppe Lupo.

    Anche il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, si è unito al ricordo di Pio La Torre che ha definito il dirigente del Pci “punto di riferimento per il nostro Paese“. Il Presidente Mattarella ha anche espresso “apprezzamento per il progetto educativo antimafia con cui il Centro Studi ‘Pio La Torre’, da molti anni, ne onora la memoria”. Il centro studi Pio La Torre da molti anni conduce un’indagine sulla percezione del fenomeno mafioso tra i giovani, “i risultati costituiscono preziosi spunti di riflessione tanto per la classe politica, che ha il dovere di interpretare la domanda proveniente dai cittadini più giovani, quanto per la scuola che con loro quotidianamente si confronta. L’indagine mette purtroppo in evidenza segnali di sfiducia provenienti dalle nuove generazioni nei confronti nel mondo della politica” ha affermato Mattarella.

    2546 Vis. 1 Vis. oggi