Radio Cora - News

articoli

  • La borghesia laicista ha scoperto la morte ed è impazzita21/03/20 10:19 am

    I diritti per tutti, ‘vietato vietare’, la fantasia al potere, gli ‘indiani metropolitani’, il permissivismo: l’epidemia del coronavirus pone definitamente fine al Sessantotto ed anche al Settantasette. E a suonare il de prufundis sono proprio i protagonisti di quelle stagioni o i loro eredi. “Ci vuole l’esercito in strada per controllare chi esce di casa”: […]

  •  
    A piedi nudi… in casa20/03/20 4:49 pm

    La prova domestica della regolamentare convivenza promiscua può essere analizzata partendo dal bicchiere mezzo pieno (la possibilità rara di trascorrere tanto tempo insieme senza contingenze pratiche, incastri orari di ciascuno, quotidianità multitasking) o dal bicchiere mezzo vuoto (le difficoltà di gestione del tanto tempo a disposizione sempre nello stesso luogo con le stesse persone anche […]

  •  
    Il coronavirus e quel vecchio, pericolosissimo, ‘arnese’ dello ‘Stato-nazione’20/03/20 11:36 am

    E’ la fine della globalizzazione: questo si dice in più ambienti della crisi generata dal coronavirus. Ed in effetti l’impressione è esattamente questa: ogni Stato, ogni Nazione, rinunciando a qualsiasi coordinamento, decide di gestire l’emergenza in proprio. L’Onu è scomparsa, l’UE boccheggia e l’OMS sollecita, stridula e lontana, in maniera poco più che burocratica, la […]

  •  
    L’inno di Mameli a frequenze unificate. Il nazionalismo è la ricetta da comunicare?20/03/20 11:14 am

    Preoccupa il messaggio che in periodo di pandemia dichiarata dall’OMS viene lanciato da importanti emittenti nazionali comprese quelle pubbliche. A ciascuno il suo, ci verrebbe da dire, così la Germania suonerà tra qualche giorno il suo inno, la Francia il proprio e così a seguire, in una festa di chiusura dei confini che oltre ad […]

  •  
    Medici di Bergamo, paura ammutolisce i malati19/03/20 7:01 pm

    “La paura ammutolisce i pazienti, si spaventano di chiedere notizie sulle loro stesse condizioni, se sono gravi, se possono sperare, se migliorano, se peggiorano. Non domandano niente, subiscono gli eventi. Anche i giovani si comportano così”. Renata Colombi, responsabile del Pronto soccorso dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, racconta dei malati di Covid-19 che da […]