Radio Cora - Memoria

articoli

  • I GIORNI DELLA MEMORIA. 31 luglio 194431/07/16 7:40 am

    Bombardamento di Dogliani (CN).  Il 31 luglio 1944, verso le 16.45, un apparecchio militare tedesco sorvolò il paese, molto probabilmente uno Junkers – 88  (JU-88), raggiunse il centro storico e lì sganciò una prima bomba. Si diresse verso Codevilla, tornò indietro e ne rilasciò altre due; successivamente ritornò per mitragliare. L’aereo presentava croci nere sulle […]

  •  
    I GIORNI DELLA MEMORIA. 30 luglio 194430/07/16 7:40 am

    Morte di ‘Vampiro‘, il partigiano emiliano di 22 anni Enzo Bagnoli, caduto in combattimento  a Ligonchio (RE). Operaio, Medaglia d’argento al valor militare alla memoria. Comandante partigiano, Bagnoli si distinse durante la Guerra di liberazione in azioni particolarmente audaci. Nell’estate del 1944, durante i rastrellamenti effettuati sull’Appennino emiliano da munitissime unità tedesche, “Vampiro” contrastò i nazisti […]

  •  
    I GIORNI DELLA MEMORIA. 29 luglio 194429/07/16 7:40 am

    Viene torturato ed ucciso a Genova il partigiano Giacinto Rizzolio detto ‘Gino’, all’età di 25 anni. Di professione operaio lavora presso il reparto stampi dello stabilimento San Giorgio di Sestri Ponente (GE). Presta servizio militare come sommergibilista nella Marina militare italiana e nel 1942 viene decorato con la medaglia d’argento al valor militare. Con l’avvento dell’armistizio aderisce al Partito Comunista Italiano e abbraccia la […]

  •  
    I GIORNI DELLA MEMORIA. 23 luglio 194423/07/16 7:40 am

    Eccidio di Piavola (Buti – PI), vennero uccisi 19 cittadini. Il più giovane aveva 16 anni, il più anziano 62. In quei giorni i monti Pisani erano popolati da sfollati che vi si erano rifugiati con crescente intensità dopo i disastrosi bombardamenti dell’estate 1943 e del successivo autunno. Nessuno degli uccisi era partigiano. La strage, all’apparenza […]

  •  
    I GIORNI DELLA MEMORIA. 22 luglio 194422/07/16 7:40 am

    La strage del Duomo di San Miniato, cinquantacinque persone, radunate nel Duomo, morirono a causa di una granata sparata dal 337º Battaglione d’artiglieria campale statunitense, che colpì  la chiesa dove erano assiepati un gran numero di civili. Fino al 2004 la responsabilità dell’eccidio fu erroneamente attribuita alle truppe tedesche della 3ª Divisione granatieri corazzati, allora in ritirata dalla cittadina. http://archiviostorico.corriere.it/2004/aprile/24/Strage_San_Miniato_verita_americana_co_9_040424088.shtml   2392 Vis. 1 […]